Cosmetica

Bellezza, anche a parole

Cosmetica, cosmesi, beauty o mille altri termini: è il settore dei prodotti per la cura della persona. Non è solo questione d’apparenza, ma spesso anche di salute e bellezza interiore. Va da sé che un settore che si occupa di cura (che sia pelle, capelli o denti poco importa) deve esprimere il proprio potenziale attraverso testi e traduzioni accurate: ne va della qualità e del successo del prodotto che si sta promuovendo.

Pensaci bene: anche il prodotto più valido, quello davvero utile, rischia di essere relegato a prodotto di bassa qualità, se la traduzione che lo accompagna non è all’altezza. Compreresti un articolo la cui traduzione lascia a desiderare? Noi crediamo di no.                                                                                                                                             Per questo motivo è importante affidarsi sempre e solo a team di traduzione esperti che conoscono bene il settore e hanno familiarità con la terminologia corretta. Ti sveliamo un segreto, solitamente i migliori traduttori sono grandi appassionati, acquistano e usano i prodotti che traducono e ne seguono la costante evoluzione.

Un occhio attento, ad esempio, avrà sicuramente notato che si è recentemente assistito al trend dell’inclusione sotto ogni punto di vista: cosmetici e dispositivi di bellezza non più diretti solo alle donne, ma anche agli uomini, devono avere una terminologia genderless, molto difficile da usare nelle lingue latine come l’italiano e lo spagnolo, in cui i termini si declinano al femminile o al maschile.
Un’altra evoluzione del mercato dimostra che si tende a celebrare l’accettazione del proprio corpo e del passare del tempo, piuttosto che vedere qualche taglia in più e l’invecchiamento come un problema da contrastare: anziché condannare le “rughe”, si tende a parlare di prevenzione dei “segni del tempo”. Invece di combattere il tempo, si preferiscono espressioni che celebrano la bellezza 50+. Per le donne in carne, si usa il termine positivo “curvy”.

Questi sono solo alcuni dei tantissimi esempi che riflettono la particolarità di un settore che negli ultimi anni sta conoscendo un grandissimo sviluppo, soprattutto grazie agli e-commerce, le attività delle influencer, esperte di skincare, make-up, contouring, etc.

Hai notato i tanti termini inglesi?

Certo! Il settore della cosmetica è ricco di anglicismi, alcuni possono essere tradotti (per esempio la “texture” di un ombretto può restare in inglese o essere resa come “consistenza” a seconda dello stile del brand), ma altri assolutamente no. Anzi, traducendoli, il testo perde naturalezza e si rischia di sembrare fuori luogo e forzati, con la conseguenza di rendere il prodotto in questione decisamente meno interessante.

Nel corso degli anni, abbiamo lavorato con molte aziende, inclusi i grandi marchi, e siamo in grado di gestire al meglio anche i progetti di traduzione multilingue più complessi, potendo contare sulla preziosa collaborazione tra Project manager, traduttori e revisori esperti che si occupano quotidianamente di queste tematiche.  Inoltre, sono a conoscenza delle rigide normative europee sui claims, che hanno l’obiettivo di tutelare i consumatori. In questo contesto, è molto pericoloso fare affermazioni su specifici effetti dei cosmetici che non possono essere dimostrati; nel rispetto di tali norme, non si possono promettere risultati totali e irrealistici e sono assolutamente da evitare parole come “miracoloso” o altri termini che implicano una promessa infondata. Anziché dire “eliminare i segni del tempo”, ad esempio è sempre meglio usare la variante “contrastare i segni del tempo”.

Una traduzione che non tiene conto di questi dettagli non solo sarà sbagliata, ma potrebbe causare all’azienda pesanti sanzioni.                                                                                Sono dettagli, alcuni piccoli altri più grandi, ma sono quello che fa la differenza nel mare degli e-commerce e dei prodotti che oggi si trovano online.

Insomma, il concetto è cristallino: affidati ai nostri traduttori esperti del settore per avere traduzioni belle e curate, come la pelle dei tuoi potenziali clienti.

Un settore che si occupa di cura (che sia pelle, capelli o denti poco importa) deve esprimere il proprio potenziale attraverso testi e traduzioni accurate: ne va della qualità e del successo del prodotto che si sta promuovendo.

Pensaci bene: anche il prodotto più valido, quello davvero utile, rischia di essere relegato a prodotto di bassa qualità, se la traduzione che lo accompagna non è all’altezza.

Questo sito usa alcuni cookie tecnici che non raccolgono dati personali. Per maggiori informazioni visita questo link